77px-Guardia_Sanframondi-Stemma.pngIl Consiglio Comunale di Guardia Sanframondi ha costituito un ambito territoriale ottimale tra i comuni di Cerreto Sannita, Cusano Mutri, Guardia Sanframondi, Pietrroja, San Lorenzello, San Lorenzo Maggiore e San Lupo per la gestione in forma associata di funzioni e servizi che saranno successivamente individuati con l'assunzione di specifici atti di volta in volta a cura dei singoli Enti; inoltre, ha deciso di assumere tutte le iniziative ritenute idonee e necessarie per il raggiungimento dei seguenti obiettivi comuni: sviluppo culturale, sociale ed economico delle comunità sopra rappresentate con la programmazione di un percorso unico turistico-artistico-culturale; promozione di iniziative di sviluppo intercomunale mediante l'utilizzo di finanziamenti regionali, statali, ed europei; condivisione di strategie, dotazioni professionali, e risorse finanziarie finalizzate a soluzioni innovative e tecnologicamente avanzate per la gestione associata delle funzioni e dei servizi.

Viene così a costituirsi una vera e propria "città dei sette", cintura verde del matese, una vasta area di aggregazione territoriale , omogenea per cultura, tradizione ed economia, per una popolazione complessiva superiore a 20.000 abitanti. L'iniziativa delle parti interessate è finalizzata all'ottimizzazione della gestione dei servizi tesa anche a procurare , per gli enti partecipanti, economie di costi, per le ovvie esigenze di riduzione e razionalizzazione della spesa oltre che al miglioramento qualitativo ed alla standardizzazione nell'erogazione dei servizi, prestando attenzione all'esigenza di mettere insieme non solo le criticità, ma soprattutto le potenzialità. L'accordo, nella stessa seduta, i comuni di Guardia e San Lorenzo Maggiore, hanno già iniziato ad intersecare rapporti più ravvicinati mettendo insieme tutti i loro servizi tecnici e i servizi di polizia urbana, lasciando l'accordo aperto agli altri cinque comuni. Finalmente si fa sul serio e il contesto geografico di riferimento può iniziare ad essere visto non solo come centro urbano formato da comunità collegate che valorizzano il meglio delle potenzialità conseguendo risparmi notevoli e, col tempo, affidando ad un centro di spesa comune, la fornitura di beni e servizi con gare fatte con professionalità e garanzie di massima concorrenza. Questi sono solo alcuni degli esempi colti e che potranno essere colti nello spazio di un breve periodo.

Guardia S., 30-12-2011