Salta al contenuto principale di pagina Salta al menu principale di pagina

Sito del Comune di Guardia Sanframondi (BN)

PUC 2016

PUC-Logo

Faturazione Elettronica

Come pare per

come fare per

Tributi Comunali

tributi

Notizie

Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link


Codice Fatturazione Elettronica

SERVIZIO AMMINISTRATIVO

Codice Univoco Utente - 16WC2S

SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO

Codice Univoco Utente - UGARFW

SERVIZIO TECNICO MANUTENTIVO

Codice Univoco Utente - 2GZ20X

SERVIZIO POLIZIA LOCALE

Codice Univoco Utente - EPXMO1

Per le Pec consulta il link sottostante

Link



NS-DHTML by Kubik-Rubik.de
Newsletter



Home La Città Uomini illustri

Uomini illustri


77px-Guardia_Sanframondi-Stemma 

- ABELE DE BLASIO 

- CARLO TESSITORE

- FILIPPO DE BLASIO


 MICHELE FOSCHINI : Michele Foschini (Guardia S. 14 settembre 1711 - Napoli 1770). Pittore, allievo di Francesco Solimena. Tra le sue opere principali si ricordano: La Vergine del Carmine, San Filippo Neri e San Pasquale Baylonne, tela custodita a Nusco; Santa Maria del soccorso, tela conservata nella Chiesa di Santa Maria del Campanile di Frasso Telesino; La Trinità con l'Immacolata, sovrastante l'altare maggiore della Cattedrale di Cerreto Sannita; altri dipinti e affreschi sono custoditi nelle chiese napoletane di Suor Orsola Benincasa, di San Paolo Maggiore e nel Duomo. Lavorò anche presso la Reggia di Portici e di Caserta.

michele f.1


michele f.2

teatro San Carlo

fosch1

battuta di caccia


ALFONSO SELLAROLI
: Cav. Alfonso Sellaroli da Guardia Sanframondi (fine'800 inizio'900), artigiano e abile costruttore di "orologi da torre". Verso la fine dell'800 i sofisticati ed originali meccanismi ideati dal Cav. Sellaroli , animavano i quadranti e le lancette degli orologi di numerose torri civiche italiane. Inoltre questi meccanismi hanno scandito il tempo dei nostri comuni per diversi decenni ed allo scorrere delle ore e dei quarti, hanno animato la vita sociale e religiosa dei nostri padri e dei nostri nonni.


FILIPPO MARIA GUIDI : Filippo Maria Vincenzo Ferdinando Guidi (Guardia S. 22 gennaio 1752 - Napoli 13 giugno 1837). Il Guidi fu allo stesso tempo matematico, fisico, chimico. Di lui si ricordano la cattedra di Astronomia all'Università di Napoli nella facoltà di Scienze, insegnante di Fisica e Matematica alla scuola ospedale degli Incurabili di Napoli, alla Regia Accademia di Marina di Napoli e alla scuola centrale di Tournon a Lione (Francia), la sua carriera si concluse con la nomina a Rettore della Regia Università degli Studi in Napoli.

SEBASTIANO GUIDI :Sebastiano Guidi (Guardia S. 13 gennaio 1767), uno dei padri dell'omeopatia in Italia e in Francia. Fratello di Filippo Maria Guidi. Sebastiano Guidi era un vero enciclopedico, poichè coltivava la letteratura italiana e latina, la fisica, la chimica, la medicina e le leggi penali e civili. Occupò la cattedra di Chimica nelle Scuole Centrali dell'Ardèche, a Tournon (Lione). La Società Omeopatica Gallica, a titolo di duratura riconoscenza fece per Guidi coniare una medaglia d'oro. Dalla Francia passò nella Svizzera dove iniziò una vera campagna contro l'allopatia. 

ALFREDO PARENTE
:
Alfredo Parente (Guardia Sanframondi, 4 luglio 1905 Napoli, 3 aprile 1985) è stato uno storico e critico musicale italiano. Laureatosi in Filosofia, fu a 22 anni già titolare di una cattedra ai licei. Lasciato l'insegnamento divenne Ispettore per la Soprintendenza in Campania. Successivamente ebbe l'incarico prima di bibliotecario poi di direttore della "Società di Storia Patria" di Napoli dove conobbe Benedetto Croce, di cui fu devoto seguace e allievo.Considerato protagonista della rinascita degli studi musicali in Italia, Parente acquisì fama con il libro La musica e le arti: problema di estetica del 1936 che contribuì non poco ad inserire la cultura e l'esperienza musicale all'interno della filosofia crociana. Autore di numerosi saggi, dal 1964 al 1984 diresse la Rivista di studi crociani da lui fondata. Ebbe la cattedra di filosofia presso l'istituto italiano per gli studi storici fondato proprio da Benedetto Croce.Come critico musicale collaborò per quasi quarant'anni a diverse riviste tematiche: "Rassegna musicale", "La Scala", "Rivista d'Opera". Fu, inoltre, collaboratore del Teatro San Carlo e della manifestazione "Maggio Musicale Fiorentino". Negli anni della Seconda Guerra Mondiale partecipò come partigiano alle Quattro giornate di Napoli. Dopo la guerra fu giornalista per le principali testate del capoluogo campano e corrispondente per altri giornali nazionali: "Il Mattino", "Roma", "Il Giornale", "Il Messaggero", "Il Risorgimento liberale" e "Il Gazzettino". Morì nel 1985 travolto da un motociclista.


GOFFREDO COPPOLA : Goffredo Coppola (Guardia Sanframondi, 21 settembre 1898 Dongo, 27 aprile 1945) è stato un filologo, saggista, politico e giornalista italiano. Ancora giovanissimo, fu costretto a sospendere gli studi per combattere nella Prima guerra mondiale, in cui si distinse per valore, tanto da essere pluridecorato. Si laureò quindi, al termine del conflitto, in lettere classiche all'Università Federico II, sotto la guida del grecista Alessandro Olivieri (22 luglio 1920).Grazie ad una borsa di studio, lasciò la Campania per trasferirsi a Firenze, presso la Scuola papirologica fiorentina, ove fu allievo del filologo e papirologo Girolamo Vitelli, suo conterraneo, e collega di Medea Norsa, dedicandosi allo studio dei papiri greci. Il fratello Mario restò invece nel capoluogo sannita, ove fu giornalista e capo della Federazione Stampa del PNF.Avviatosi alla carriera universitaria, Coppola esercitò il suo magistero di letteratura greca, dal 1929, a Cagliari (ove insegnò altresì lingua tedesca), e, dal 1932, presso l'Università di Bologna, in cui, nei suoi ultimi anni, tenne corsi anche di letteratura latina. Grazie alle sue qualità di studioso, ottenne la stima del mondo accedemico italiano, e specialmente dei futuri colleghi bolognesi, in particolare per i suoi studi callimachei, che gli valsero l'incarico nel rinomato ateneo petroniano. Tra i suoi estimatori e amici, infatti, si annoverano oltre al maestro Vitelli il rettore dell'università bolognese Alessandro Ghigi, l'archeologo Pericle Ducati, il giurista Felice Battaglia, Giuseppe Bottai, Carlo Alberto Biggini e lo stesso Benito Mussolini.Nel 1935 fece domanda per partire quale volontario per la campagna militare abissina, ma Bottai rifiutò la sua richiesta a causa dell'importante ruolo accademico e intellettuale di Coppola, tanto che, nel 1937, lo inviò assieme a Ghigi, in quanto rappresentante dell'Università di Bologna, ai festeggiamenti del centenario dell'Università di Atene. Coppola riuscì nondimeno a partecipare alla spedizione bellica contro la Francia nel 1940, nella quale occasione maturò l'idea di redigere il suo Epicuro.Collaborò, inoltre, a testate giornalistiche di rilevanza nazionale, tra cui «Il Popolo d'Italia», il mensile mussoliniano «Gerarchia», «Pegaso» e «Pan» di Ugo Ojetti e «Civiltà Fascista». Con lo pseudonimo Utinam, e poi col suo nome, si impegnò a lungo nel dibattito talvolta polemico incentrato sull'applicazione della nuova riforma scolastica. Di sentimenti fascisti sin dalla Marcia su Roma, quantunque avesse privilegiato lo studio alla politica, verso la fine degli anni trenta fu invece sempre più impegnato politicamente, sostenendo l'operato politico e culturale del regime fascista, e indulgendo talvolta anche a toni violentemente antigiudaici, sebbene non avesse firmato il Manifesto della razza[. La sua attività pubblicistica marcatamente fascista, inoltre, gli procurerà critiche da parte di alcuni accademici afascisti o antifascisti.L'impegno politico divenne primario soprattutto negli anni della Repubblica Sociale Italiana, in veste di prorettore e poi rettore dell'Università di Bologna (dal 18 dicembre 1943) e di presidente dell'Istituto Nazionale di Cultura Fascista (dal 1º marzo 1944, succedendo al filosofo Giovanni Gentile, da poco assassinato dai GAP partigiani). Tale impegno si rinsaldò per i costanti contatti con il comando tedesco in Italia: un documento del 1944 lo cita come «collaboratore» (Mitarbeiter) del capo dei servizi di sicurezza in Italia (Sicherheitsdienst Italien).Trovatosi al seguito di Benito Mussolini ed altri gerarchi a Dongo, venne qui fucilato dai partigiani ed il suo corpo esposto a Piazzale Loreto a Milano, ove trovò temporanea sepoltura, finché i suoi resti non furono traslati al cimitero di Bologna, città ove visse gran parte della sua vita, a cura dei familiari e di alcuni rappresentanti dell'ateneo petroniano.


IN COSTRUZIONE

guardiaturismo

InfoRiti2017

banner

OperazioneTrasparenza

Amministratori